Dal 1° gennaio 2021 colf, badanti e baby sitter con cittadinanza nel Regno Unito possono essere assunte solo se in possesso del permesso di soggiorno valido per lavoro. La procedura, effetto della Brexit, si allinea quindi a quella prevista per tutti i lavoratori extra comunitari. Sulla base di quanto previsto dall’accordo di recesso tra Regno Unito e Unione europea i cittadini britannici che risultano residenti in Italia alla data del 31 dicembre 2020, potranno fare richiesta, presso la questura di residenza, del documento di soggiorno elettronico. Il portale delle assunzioni Inps è in fase di aggiornamento.