Un esonero al 100% dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro domestico over 80 (con un Isee per le prestazioni agevolate di natura sociosanitaria non superiore a 6mila euro l’anno e già percettore dell’indennità di accompagnamento) nel limite massimo di importo di 3mila euro l’anno, in caso di nuove assunzioni o trasformazioni a tempo indeterminato di contratti di lavoro domestico con mansioni di assistente a soggetti anziani.

È questa una della novità che introduce lo schema di Decreto Legge approvato dal Governo lo scorso 26 febbraio, recante “Ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza”. L’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali ed assicurativi varrà per i contratti di lavoro stipulati a decorrere dal 1 aprile 2024 e fino al 31 dicembre 2025, e potrà essere ottenuto per massimo 2 anni.