In arrivo dalla Regione Lazio un contributo di 600 euro per lavoratori domestici regolari che a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 hanno subito una sospensione o una cessazione dell’attività lavorativa: da martedì 6 aprile ore 9.00 a mercoledì 5 maggio ore 17.00 sono aperte le procedure per inviare la domanda ma esclusivamente in modalità telematica. Ecco i requisiti previsti nel bando: essere residente o domiciliato in uno dei comuni del Lazio; svolgere attività lavorativa regolare per un impegno superiore alle 10 ore settimanali a partire dal 23 febbraio 2020; aver subito una sospensione o cessazione dell’attività nel periodo (anche per intervalli brevi) compreso tra il 23 febbraio 2020 ed il 6 aprile 2021. E ancora, il richiedente dovrà essere titolare di un conto corrente bancario o postale o in alternativa di una carta ricaricabile con codice IBAN (es. Postepay Evolution) e non dovrà essere titolare di pensione (ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità), del Reddito di Cittadinanza o del Reddito di Emergenza ne tanto meno di altro tipo di rapporto di lavoro dipendente a tempo determinato o indeterminato differente dal quello domestico. Sul sito della Regione Lazio è possibile scaricare il Manuale utente quale guida alla presentazione della domanda. Si precisa che tra la documentazione che dovrà essere allegata alla domanda è prevista anche copia della comunicazione del datore di lavoro che attesti l’eventuale cessazione (comunicazione Inps) o una copia della comunicazione del datore di lavoro che attesti l’eventuale sospensione intervenuta a nell’intervallo di tempo tra il 23 febbraio 2020 e il 5 aprile 2021.

Assindatcolf ti assiste nella gestione del lavoro domestico.

Dal contratto alla busta paga, dalle ferie al TFR.

Assindatcolf Associati Ora

Scrivi ad Assindatcolf

per un dubbio o un consulto su questioni contrattuali