Dal 15 febbraio 2022 tutti i cittadini (italiani, comunitari residenti in Italia e stranieri) che abbiano compiuto i 50 anni di età avranno bisogno del Green Pass rinforzato (da vaccinazione o guarigione) per svolgere attività lavorativa, anche per quella domestica. La novità è contenuta nel Dl 7 gennaio 2022, n.1: il decreto oltre ad aver esteso l’obbligo vaccinale agli over 50 ha previsto il divieto di accesso dei cinquantenni non vaccinati nei luoghi di lavoro. La misura resterà in vigore fino al 15 giugno 2022.

I datori di lavoro o i loro delegati sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni per i soggetti sottoposti all’obbligo vaccinale. Coloro che comunichino di non esserne in possesso o che non esibiscano una copia valida dovranno essere considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con il diritto alla conservazione del posto di lavoro fino alla presentazione di idonea certificazione. Per i giorni di assenza ingiustificata non sarà dovuta la retribuzione, né altro compenso o emolumento.